spadello in cucina
Eventi e News

Astino nel Gusto

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Evento G7 agricoltura: “Vivere una giornata nei panni di uno chef”

 

L’evento si è svolto nel monastero di Astino sito nella valle omonima, nel territorio del comune di Bergamo, un complesso conventuale plurisecolare, circondato da 60 ettari di terreno, di cui la metà sono boschi, l’altra metà sono terreni agricoli, in cui è incastonata una piccola valle, la valle della biodiversità. I Benedettini hanno avuto il grande merito di introdurre qui tecniche agricole che poi sono rimaste nel tempo e hanno permesso di trasformare il paesaggio interamente naturale in un  paesaggio antropico di grande qualità sia produttiva che estetica. L’obiettivo era, ed è tutt’ora, quello di creare un sistema in  cui il bosco ha una finalità produttiva; l’area agricola è stata ampliata con la creazione di terrazzamenti costruiti nei secoli per coltivare in posizione soleggiata. Oggi va considerata  la  storia di quest’area, ma soprattutto si cerca di attualizzarla. La valle della biodiversità assumerà un valore, diventerà un esempio da esportare nel mondo, un esempio concreto e non astratto. Il G7, composto dai rappresentanti dei sette Paesi più ricchi e industrializzati del pianeta: Canada, Stati Uniti, Italia ,Gran Bretagna, Germania, Francia e Giappone, hanno portato la loro esperienza in campo agricolo e alimentare, hanno parlato delle questioni agricole e della produzione del cibo, hanno preso accordi per aiutare i Paesi più poveri o in via di sviluppo, cercando soluzioni adatte alle singole realtà soprattutto dell’Africa e America del sud ed hanno affrontato anche il problema del grande esodo dalle campagne da parte dei giovani, un problema che interessa soprattutto i loro Paesi e così…mentre i Grandi della terra prendevano decisioni importanti nelle loro stanze blindate, io vivevo un’esperienza fantastica nelle cucine del convento di Astino, perciò la mia attenzione si sposta sull’evento gastronomico. Un vero e proprio palcoscenico del gusto, dove chef, pasticcieri, pizzaioli, vignaioli, artigiani del gusto hanno esibito la loro arte culinaria. La partecipazione a questo importante evento , grazie all’invito da parte dello stimabile chef Mario Cornali del Ristorante “COLLINA” di Bergamo, è stato un momento significativo che ha rafforzato il mio amore per la cucina. In tutto questo ci tengo a specificare che non sono una cuoca, non ho grandi conoscenze tecniche, non lavoro in un ristorante, ma sono una persona sincera e piena di passioni che ama fortemente la cucina. Il mondo culinario, è un mondo artistico che abbraccia tutte le arti: le geometrie dell’architettura, la filosofia, la psicologia, la musica e non solo… insieme formano uno stile personale e unico grazie alla fantasia che ogni chef mostra e dimostra attraverso l’elaborazione dei piatti. Quel giorno ho indossato per la prima volta la divisa da cuoca:  un cappello buffo che raccoglieva la mia folta chioma, una giacca bianca a doppio petto che mi ha fatto sentire per qualche ora una piccola chef e nella quale mi sono sentita sempre a mio agio, ma soprattutto mi sono sentita strafelice. Insieme alla brigata dello chef Mario Cornali del ristorante Collina abbiamo elaborato un piatto davvero speciale: riso venere carnaroli mantecato con stracotto, crema di broccoletti e fondente di missoltino; lo abbiamo servito infinite volte alle tante persone presenti, con entusiasmo e armonia. Ho incontrato tante belle persone, ognuna delle quali mi ha trasmesso un piccolo insegnamento che custodirò con simpatia e riconoscenza. Ho colto ogni attimo di quella serata, ogni emozione che mi accompagnerà tutte le volte in cui penserò di ideare qualche piatto. Grazie a tutti! grazie chef, grazie brigata, grazie alla bellissima città di Bergamo che mi ha dato questa meravigliosa opportunità!

IMG 5342 1525459626 52747 min

 

 

Seguimi sui social