spadello in cucina
Blog

Risotto Azienda Agricola Riso Buono

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Perchè scegliere riso Carnaroli?

E’il chicco preferito dagli chef in cucina, un chicco medio-lungo che si caratterizza per il grande contenuto di amido che lo rende consistente, compatto e di eccellente tenuta in cottura. Per la maggiore quantità di amilosio rispetto ad altre varietà, durante la lenta cottura diventa più denso e cremoso e quindi più apprezzato. Fa parte della categoria di riso superfino e spesso è chiamato il “re dei risi”. Il chicco che utilizzo nella mia ricetta ha un invecchiamento di un anno da grezzo e quindi si caratterizza perché aumenta notevolmente il proprio volume originale, creando una minore dispersione di amido e minerali nella cottura.

 

Mangiare riso quanto fa bene?

Pochi, nel nostro Paese, conoscono tutte le grandi potenzialità del riso per la nostra salute. Ecco le principali proprietà:

  • antifiammatorio, ideale per le flogosi di stomaco ed intestino (gastrite e dissenteria);
  • aiuta a regolare la flora intestinale;
  • nutriente e rimineralizzante, utile per riprendersi da malattie e debilitazione;
  • antisettico, consigliato in particolar modo per le affezioni dell’apparato respiratorio, renale ed urinario;
  • emolliente e protettivo della pelle;
  • indicato a chi soffre d’ipertensione ed a chi è intollerante al glutine;
  • disintossicante e rinfrescante, aiuta difatti a depurare l’organismo;
  • digeribile, non appesantisce lo stomaco e non dà luogo a sonnolenza dopo i pasti;
  • riduce i livelli di acido urico nel sangue;
  • allontana stress ed affaticamento.

Vi presento la mia ricetta: “Risotto con crema di barbabietola, perle di caprino e timo”

Ingredienti per 2 persone

  • 160 gr di riso
  • Brodo vegetale
  • Burro per mantecare
  • 5 gr di agar agar in polvere
  • Una barbabietola fresca
  • Foglioline di timo
  • Latte di capra 250 ml
  • Formaggio caprino cremoso, un cucchiaio
  • Parmigiano q.b.
  • Sale

Preparazione

In un pentolino mettete il latte di capra e aggiungete a freddo l’agar agar, portate a bollore e spegnete; aggiungete il caprino e lasciate raffreddare in frigo in modo tale che si addensi; frullate il composto, salatelo e ponetelo in un biberon da cucina . Preparate il brodo vegetale ben salato e tenetelo da parte. Scaldate una pentola contenete l’acqua e il cestello per la cottura a vapore. Pulite le barbabietole sotto l’acqua, eliminando la radice ma non la buccia, ponete sul cestello a vapore e cuocete per circa 15-20 minuti con coperchio (vi accorgerete che la cottura sarà avvenuta quando con la forchetta riuscite a penetrare la radice). A cottura terminata eliminate la buccia, tenete da parte una fetta che servirà per creare dei cubetti per l’impiattamento. Ponete la Barbabietola in un bicchiere da frullatore, frullate e salate. Tostate a secco il riso e portatelo a metà cottura con brodo, aggiungete la crema di barbabietola e continuate la cottura. Quando il riso sarà cotto, spegnetelo e mantecatelo con burro e parmigiano. Impiattate il riso come nella foto. Ponete un mestolo al centro del piatto e date un colpetto sotto al piatto per lasciare espandere il rirotto. Con il biberon da cucina create delle perline e abbellitele con le foglioline di timo, aggiungete i cubetti di barbabietola. Il piatto è pronto e potete gustarlo. Buon Appetito.

Per conoscere i prodotti visitate il sito 

www.risobuono.it

Se ti è piaciuta, condividi questa ricetta sui social

Seguimi sui social